TREK AND RUN!

 

 UNA NUOVA POSSIBILITA' PER AVVICINARSI ALLA CORSA, ALLENARSI, GAREGGIARE

logo

In occasione della I edizione della maratona "Coast to Coast" (42,195 km da Maiori a Sant'Agnello) , il 27 dicembre 2009, è stata sperimentata una nuova maniera di concepire una prova podistica su distanza lunga. Il "Trek and Run!" (il marchio è stato  regiistrato), come dicono i termini, consiste nell' alternare tratti di corsa a tratti di passo. Si ispira al "metodo Galloway", ma ha caratteristiche e soprattutto finalità completamente diverse. Provo a riassumerle sinteticamente:

- vuole essere un mezzo di allenamento supplementare e non alternativo a quelli tradizionali;
- si rivolge a coloro che vogliono praticare un'attività aerobica molto prolungata, soprattutto in ambiente naturale (per questo parlo di "trek" e non di "walk");
- l'impegno di corsa non deve di norma mai essere superiore a quello della corsa lenta (ovviamente potranno essere poi inserite delle varianti):
- può essere utilizzato anche in gara, ma solo quando l'obiettivo è quello di tagliare il traguardo nelle migliori condizioni possibili, senza alcuna finalità cronometrica (ovviamente entro il tempo massimo). Può essere adatto, ad esempio, a coloro che vogliono completare una maratona senza avere, da corridori, tutti i 42 km nelle gambe (per evitare il "muro", ovvero la crisi energetico-muscolare tipica del maratoneta); o a chi voglia completare una 100 km avendo nelle gambe "solo" alcune maratone ravvicinate;
- è indicato soprattutto  per podisti sufficientemente esperti, perchè è importante sapersi ascoltare, per poter cambiare la modalità di impegno prima che l'affaticamento cardiorespiratorio e/o muscolare subentri (nelle prime fasi) o diventi eccessivo (nelle fasi finali); 
- può avvicinare gradualmente alla corsa i camminatori e può consentire lo svolgimento di un'attività aerobica prolungata meno faticosa della corsa continua: questi sono gli aspetti più interessanti per la nostra associazione e in questi casi è sufficiente farsi guidare inizialmente da un esperto;

- l'abbigliamento e il modo di alimentarsi sono diversi (intermedi) rispetto alla corsa continua e al trekking, anche di questo bisognerà tenere conto. 

Si è costituito un gruppo di appassionati che ha  affrontato la "Coast to Coast" con il "Trek and Run!". Ciascun partecipante all'iniziativa ha ricevuto una maglia tecnica promozionale e ha compilato, all'arrivo, un modulo dal quale sono emerse le impressioni suscitate dalla pratica di questa nuova disciplina.  


 RISULTATI DEL TEST UFFICIALE DEL 27 DICEMBRE 2009
IN OCCASIONE DELLA MARATONA "COAST TO COAST"

Dieci atleti hanno testato il "Trek and Run!".

RISULTATI CRONOMETRICI

Antonio D'Apuzzo : 3h12'
(variante che prevedeva corsa a ritmo sostenuto, anzichè corsa lenta) 
Mario Della Paolera, Benedetto Scarpellino, Alfredo Varriale, Antonio Simonetti, Franco Pignieri: 4h08'
Aniello Senatore: 4h09'
Gianluca Malatesta, Aniello Panico : 4h22'
Fiorentino La Greca: 4h41'

SENSAZIONI
(Da questionario somministrato a fine gara)

Tutti si sono divertiti, nessuno, per la difficoltà del percorso o per lo scarso allenamento,  pensava di poter terminare la gara con la corsa continua.
Tutti considerano il "Trek and Run!" utile per cimentarsi nelle ultramaratone (es. 100 km) e tutti pensano che possa favorire l'avvicinamento graduale alla corsa continua dei camminatori e dei sedentari.
Quasi tutti (tranne uno) lo considerano un valido mezzo supplementare di allenamento; quasi nessuno (tranne uno) ha avuto difficoltà fisiche o psicologiche nell'alternare corsa e passo.
Per la  maggioranza degli atleti lo sforzo è risultato molto inferiore rispetto all'ultima maratona corsa; per un atleta è risultato di  poco inferiore; per uno superiore.

Foto di F. La Greca


 

Nel 2010 la sperimentazione è proseguita in occasione di altre maratone, del campionato italiano della 6 ore e della 100 km del Passatore (conclusa senza troppa fatica dai soci Benedetto Scarpellino e Antonio Simonetti seguendo le regole del "Trek and Run!").  
Una sperimentazione del "Trek and Run!" rivolta ai soci, su una distanza estremamente contenuta, è stata effettuata il 22 maggio 2010.
La prossima giornata dedicata al "Trek and Run" è in programma domenica 16 gennaio 2011 nel Parco nazionale del Vesuvio.